Dalla Primavera all’Inverno

Un vero e propio tracollo termico quello che ci attenderà nel fine settimana proiettandoci nell’Inverno più classico sopratutto al sud, cancellando almeno per qualche giorno quelle anomalie positive che tanto hanno agognato il nostro paese nel mese di Febbraio. Un alito freddo se così vogliamo definirlo, che non deve stupire se non per il fatto che ad essere protagonista nel cuore della stagione invernale, sono ancora le temperature miti che torneranno a risalire nel corso della prossima settimana specie al NordOvest.

Ma vediamo più da vicino quello che ci attenderà aiutandoci con la carta sinottica; possiamo riconoscere già in queste ore l’avvicinamento di una massa d’aria molto fredda provenire dall’Europa orientale in marcia verso i Balcani, che tra Sabato e Domenica investire la nostra penisola con forti venti ed un calo delle temperature anche di 15 gradi, la neve tornerà nella giornata di Sabato a ripresentarsi sino a quote molto basse sulle regioni centrali adriatiche ed in particolare modo al centro-sud dove la quota neve su Puglia, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia potrebbe raggiungere i 100/200 metri. Il tutto confermato da un rapido passaggio.

GIFMaker.org_EXbASB.gif

Si conferma ancora mite la giornata di Venerdì con 18 gradi previsti su Torino, Milano, Firenze e Roma, tempo generalmente sereno ma con annuvolamenti compatti sulle aree Alpine dove sono attesi isolati piovaschi, foschie dense e banchi di nebbia sulla pianura padano-veneta, valli della Toscana, Umbria e Lazio associata a nuvolosità bassa sulla Sardegna e nelle zone interne campane, ma il tutto in rapido miglioramento nel corso della mattinata. Dal pomeriggio aumento della nuvolosità con deboli precipitazioni a carattere sparso su Marche ed Abruzzo, con qualche nevicata attesa in serata sui rilievi di quest’ultima, piogge sparse anche sulla Puglia, Basilicata, Calabria meridionale, e Sicilia tirrenica, in intensificazione serale con nevicate in abbassamento sino ai 1000 metri sui rilievi dell’Irpinia e della Lucania.

Sabato si prevedono cieli generalmente sereni ma con nubi compatte sulle aree centro-occidentali ma in dissolvimento nel pomeriggio, addensamenti anche sul Piemonte, Liguria nel corso della mattinata, compatti tra Abruzzo e Molise con nevicate sino ai 3-400 metri, al sud si concentrerà il maltempo con deboli fenomeni che diverranno più intensi nel corso del pomeriggio sull’Appennino molisano, la valle d’Itria pugliese, in particolare tra la provincia materana e fin sulle coste della Calabria ionica, sino ai 2-300 metri della Sicilia tirrenica.

Domenica Molte nubi su Piemonte, Lombardia, Liguria e su buona parte dei settori centrali ma in diradamento nel corso della mattinata, molto nuvoloso al sud con piogge e locali temporali su Sicilia e Calabria ma in attenuazione pomeridiana, ampi spazi di sereno altrove.

GIFMaker.org_9qpSMc.gif

Drastico calo delle temperature su buona parte d’Italia. Ventilazione di Bora da moderata a forte ed oltre la soglia di attenzione lungo le coste adriatiche, moderati di Tramontana sulla Liguria. Mari da agitati a molto agitati l’Adriatico ed il Tirreno centro-meridionale, lo Ionio le o stretto di Sicilia, molto mossi i restanti bacini ma con moto ondoso in aumento.

Roberto Nanni

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...