Weekend in compagnia di una nuova perturbazione

Dopo mesi in compagnia di un clima decisamente siccitoso che attanaglia tutto il nostro Paese, la tendenza dei prossimi quindici giorni riapre le speranze ad un tempo decisamente più dinamico, e rappresentato da una sequenza di fasi perturbate che in alcuni casi potrebbero risultare anche significative. Le proiezioni degli scenari futuri, vedono nell’evoluzione più probabile, un alta pressione che rimarrà più defilata sul Mediterraneo centro-occidentale, permettendo al flusso perturbato atlantico di approfondirsi fino alle latitudini mediterranee e quindi sulla Penisola italiana. Questo faciliterà il transito di sistemi nuvolosi, e con buona probabilità, uno di questi potrebbe generare un vortice di bassa pressione, portando un inizio di settimana fortemente perturbato, caratterizzato da precipitazioni più organizzate e incisive.

Ma concentriamoci sul tempo atteso nel fine settimana in Emilia-Romagna: perturbazione che lascia la nostra regione in compagnia di un venerdì con cieli sereni o al più poco nuvolosi, per la presenza di velature in serata. La giornata di Sabato si preannuncia con uno stato del tempo inizialmente poco nuvoloso, ma con un progressivo aumento della nuvolosità a partire dal settore occidentale, in estensione al resto della regione, per l’avvicinarsi dal pomeriggio dell’ultima perturbazione del Mese. Le nubi dapprima alte e stratificate, tenderanno a divenire via via più spesse e compatte specie sulle aree montuose e sull’Emilia. Deboli precipitazioni sul crinale appenninico centro-occidentale, solo inizialmente nevose fin verso i 1500 metri. Nella giornata di Domenica, i cieli potrebbero risultare da parzialmente a molto nuvolosi, dove specie in mattinata, le piogge vengono previste transitare da ovest verso est lungo il crinale appenninico e solo localmente sulle aree di pianura. Nel pomeriggio generale attenuazione della nuvolosità e cessazione dei fenomeni con ampie schiarite specie sul settore centro-occidentale. Dalla sera viene previsto un nuovo aumento della nuvolosità sul crinale appenninico occidentale. Temperature in lieve aumento, più sensibile nei valori minimi e con una temporanea flessione nella giornata di sabato: minime comprese tra i 4/5°C della pianura emiliana e i 7/8°C della costa, massime generalmente attorno a 13/15°C. Venti inizialmente forti da ovest sul mare, deboli o moderati con locali rinforzi altrove, con tendenza a divenire deboli da direzioni variabili in pianura. Successivamente si disporranno dai quadranti meridionali, risultando in progressivo rinforzo sulle aree appenniniche e sulla Romagna, fino a divenire forti sul crinale e moderati sul mare, rendendo il moto ondoso generalmente da poco mosso a mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...