Inverno ancora assente ma con qualche nota d’instabilità

Persiste la forte anomalia contraddistinta dal dominio dell’alta pressione che ci accompagna oramai da inizio anno, il quale manterrà pressapoco inalterato lo stato del tempo ancora per diversi giorni. Purtroppo se ci affidiamo allo scenario più probabile a medio-lungo termine, possiamo notare come tutta la circolazione emisferica venga condizionata da un vortice polare ” molto pigro ” che limita le correnti più fredde alle sole latitudini più elevate. Al contrario la stabilità meteorologica esercitata dall’anticiclone tiene le perturbazioni ben lontane dal vecchio continente, così come l’Inverno e la neve che in questo periodo dovrebbe essere la sua peculiarità. Fa eccezione sul nostro paese solamente il freddo intrappolato nella pianura padana, che aiutato dalle inversioni termiche nei bassi strati facilita lo sviluppo di tutti quei fenomeni attribuibili come alti tassi di smog, nebbie persistenti e qualche debolissima precipitazione anche ghiacciata erroneamente battezzata come ” neve chimica “.

Nel fine settimana correnti relativamente più umide richiamate da una depressione sul nord Africa, porteranno una parentesi un pò più nuvolosa sul nostro paese determinando qualche pioggia dapprima sull’alto tirreno e successivamente sui settori del medio Adriatico, con della variabilità maggiore al sud Italia. Bello altrove e nulla da segnalare se non il transito di nubi basse sulla pianura padana centro-orientale ma senza effetti, un rinforzo della ventilazione settentrionale sui nostri mari e la presenza di fitte nebbie al nord associate a delle gelate mattutine con clima mite in montagna.

Nel dettaglio sull’Emilia Romagna ci attende un Venerdì con cielo nuvoloso sul settore centro-occidentale, riduzioni di visibilità per la presenza di foschie e banchi di nebbia sulle pianure adiacenti al Po ma in graduale dissolvimento. Sereno o poco nuvoloso sul resto del territorio ma con nubi in aumento dal tardo pomeriggio sino a divenire da molto nuvoloso a coperto tra la sera e la notte successiva. Sabato è previsto cielo sereno o poco nuvoloso per la presenza di una residua nuvolosità irregolare al mattino lungo la dorsale appenninica. A esclusione del settore romagnolo ed il suo litorale dove i cieli potranno risultare da molto nuvolosi a coperti con delle schiarite pomeridiane. Non si esclude qualche goccia di pioggia tra la notte precedente e la mattinata. La Domenica trascorrerà sostanzialmente serena o poco nuvolosa sull’intera regione, eccezion fatta per una residua nuvolosità mattutina nelle zone interne romagnole. Dalla sera visibilità ridotta per nebbie e foschie dense sulle aree della bassa pianura. Deboli gelate nella zone rurali nelle prime ore del mattino.

Le temperature si manterranno con i valori minimi compresi tra 0 e 2 gradi nei capoluoghi emiliani e tra i 3 e i 5 gradi lungo la costa. Le massime dopo un primo rialzo sui settori centro-orientali torneranno ad attestarsi tra 7 e i 9 gradi. La ventilazione si manterrà debole in prevalenza nord-occidentale, con possibili rinforzi su costa e mare, mentre sui rilievi soffierà a tratti moderato sud-occidentale in successiva rotazione ai quadranti settentrionali. Mare tendente a divenire da poco mosso a localmente mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...