Correnti fredde riportano il primo weekend di marzo in pieno inverno

Nel prossimo fine settimana, quello che viene ribattezzato come l’avvio della primavera meteorologica, la nostra regione risentirà in parte del passaggio di qualche disturbo nuvoloso, che porterà poche precipitazioni ma determinerà un sensibile calo delle temperature. Le stesse saranno avvertite anche a causa di un rinforzo della ventilazione che, ancora una volta, soffierà tesa da nord-est lungo i settori adriatici. Perturbazione che sfruttando un varco nell’alta pressione, la stessa che in questi giorni ha consentito ampi spazi soleggiati, sfilerà lungo lo Stivale coinvolgendo prevalentemente il Centro-Sud. Prima però di abbandonare l’area del Mediterraneo sarà in grado di lambire anche i settori centro-orientali dell’Emilia-Romagna, comportando un veloce cambiamento del tempo che si concretizzerà nella prima parte di venerdì con precipitazioni sparse e qualche rovescio. Sarà l’instabilità probabilmente a far da padrona anche nei giorni successivi, condizionando a fasi alterne i settori romagnoli con dei fenomeni isolati e qualche debole spruzzata di neve che per l’occasione potrà spingersi fino a quote relativamente basse. Il clima che ci lascerà in eredità sarà pienamente invernale, poiché saremo raggiunti da una massa d’aria di origine artica che dopo il suo passaggio farà scendere le temperature, seppure non di molto, al di sotto delle medie stagionali. Il calo potrà comunque favorire delle gelate mattutine con i valori massimi che difficilmente riusciranno a raggiungere i 10 gradi.

Venerdì: avremo un cielo inizialmente da nuvoloso a molto nuvoloso, con maggiori addensamenti al primo mattino sulle aree orientali della regione. Nella prima parte di giornata, delle deboli piogge sparse potranno bagnare in maniera irregolare il nostro territorio regionale, accompagnando delle locali nevicate prevalentemente al di sopra dei 6-700 metri. A partire dalla tarda mattinata è previsto un graduale diradamento della nuvolosità sulle aree pianeggianti con residui fenomeni che si attarderanno sulla bassa Romagna e nell’immediato entroterra. In serata sarà possibile una nuvolosità ancora compatta a ridosso dei crinali orientali. Sabato: ci potremo attendere una nuvolosità variabile alternata da ampi spazi soleggiati. Nel corso del pomeriggio si potranno formare degli addensamenti più consistenti nel riminese che potranno dar luogo a qualche debole e locale precipitazione. Domenica: la nuvolosità potrà risultare ancora irregolare su gran parte della regione ma con coperture nuvolose ancor più consistenti in Romagna, dove non si escludono, nella prima parte della mattinata, delle deboli e locali nevicate fino a 3-400 metri.

Temperature in diminuzione con minime comprese tra -2/-3 gradi delle pianure emiliane e 1/2 gradi della costa. Massime perlopiù comprese tra 7 e 8 gradi. Venti: deboli-moderati prevalenti da nord-est con rinforzi su mare, costa e rilievi. Mare con moto ondoso in aumento, da mosso a localmente molto mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...