Una veloce perturbazione riporterà un weekend burrascoso in Emilia-Romagna

In questi ultimi giorni di febbraio assisteremo a un brusco peggioramento che sarà tanto veloce quanto intenso. L’irruzione riguarderà l’ingresso di una perturbazione Nord-atlantica che tra venerdì e sabato riporterà, specie sulle aree romagnole, un maltempo di stampo pienamente invernale. Pioggia, neve e burrasche di vento, saranno gli effetti della formazione di un profondo vortice depressionario che, sfruttando il cedimento dell’alta pressione, attiverà una sostenuta circolazione fredda attorno ai nostri mari: dove si attendono mareggiate lungo le sue coste. Le precipitazioni bagneranno in maniera rapida l’Emilia-Romagna tra venerdì e sabato, sebbene i fenomeni più significativi si concentreranno sulla fascia appenninica: con rovesci e anche la neve che occasionalmente raggiungerà i 4-500 metri. Probabilmente, la bassa Romagna risentirà, fino a domenica, di un clima molto ventilato e di un tempo spiccatamente variabile che determinerà una certa nuvolosità irregolare con condizioni più instabili nelle sue zone interne. Mentre l’alta pressione tornerà a garantire maggiori schiarite sul resto della Regione, accompagnandoci con una nuova fase asciutta verso l’avvio della primavera meteorologica. Tuttavia delle infiltrazioni di aria fredda dai Balcani potranno interessare la nostra Regione, portandoci ancora un po’ di instabilità nel corso della prossima settimana.

Venerdì è prevista un’intensificazione della nuvolosità fino a rendere i cieli da molto nuvolosi a coperti, con le prime deboli piogge che dall’Appennino si estenderanno nel corso della giornata alle aree di pianura. Le precipitazioni potranno acquistare le caratteristiche di rovescio dal tardo pomeriggio, divenendo nevose lungo il settore appenninico, con quota neve in calo tra la sera e la notte fino attorno ai  600 metri di quello romagnolo. Sabato, avremo un ampio e prevalente soleggiamento al mattino su settori occidentali, salvo addensamenti più consistenti lungo l’Appennino, nubi irregolari sulle pianure centrali e una residua nuvolosità più compatta sulla Romagna. Le precipitazioni si concentreranno su Romagna e parte dell’Emilia, tra la notte e il mattino, risultando a tratti anche localmente moderato. La neve cadrà a 6-700 metri, ma potrà spingersi temporaneamente a quote ben più basse nelle aree vallive orograficamente più esposte. Domenica è atteso un tempo prevalentemente sereno o poco nuvoloso con locali addensamenti sulla Romagna dove, sul rispettivo tratto appenninico, saranno possibili ancora delle deboli precipitazioni.

Temperature minime tra 0 e 2 gradi sulla pianura emiliana, fino a -1/-2 nelle aree occidentali di aperta campagna; fra 3 e 5 gradi sulla costa e sulla Romagna. Massime fra 8 e 10 gradi. Venti moderati dai quadranti settentrionali, con rinforzi più consistenti su costa, mare e rilievi romagnoli. Mare molto mosso, agitato al largo della costa riminese.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...