L’alta pressione cede il posto all’inverno nel weekend di Carnevale

Se dovessimo fare un quadro della situazione di questo anomalo inverno, noteremmo che le uniche precipitazioni irregolari e prevalentemente razionate al centro-sud, vengono affidate alla coda di quelle perturbazioni che, scorrendo in maniera impetuosa sul Nord Europa, ricadono lungo lo Stivale per poi dirigersi velocemente verso i Balcani. A far da scudo a questo tipo di circolazione, un anticiclone particolarmente invadente sul Mediterraneo che, sfruttando la barriera offerta dalle Alpi, isola la maggior parte dei fenomeni ad oltralpe: limitando a portare sulla nostra Regione brevi episodi di instabilità. Ora questa lunga fase sembra interrompersi, concedendo l’ingresso agli avamposti di un fronte freddo Nord Atlantico, propio in vista del prossimo weekend di carnevale. Un radicale peggioramento che comporterà, tramite una nuova e più intensa perturbazione, il gran rispolvero dell’inverno: con pioggia, freddo, ma anche neve fino a quote basse. Dalla tendenza, sufficientemente attendibile prevista per il fine settimana, sembra che nel corso di venerdì 25 il tempo sia destinato a cambiare, consentendo fenomeni particolarmente diffusi in serata sulla Pianura Padana. La neve potrebbe avere la meglio su buona parte della fascia appenninica emiliano-romagnola e, con episodi anche abbondanti, raggiungere anche le aree collinari: mentre i settori costieri saranno investiti da una forte ventilazione di Bora che, assumendo valori di burrasca, potranno rendere molto mosso il nostro mare.

Fino a giovedì, il tempo risulterà stabile e asciutto su tutto il territorio regionale con cieli sereni o temporaneamente velati per il passaggio di nubi alte e sottili. Progressivo peggioramento per nubi più consistenti nella serata di giovedì 24. Possibili locali formazioni nebbiose in banchi al primo mattino sulle aree di bassa pianura dell’ Emilia occidentale. Temperature minime attorno a 2/3 gradi in Emilia e tra 4/6 gradi tra Romagna e settore costiero. Valori lievemente inferiori in aree extraurbane. Massime comprese tra 9 e 13 gradi. Venti deboli variabili sulla pianura, deboli sud-occidentali lungo i rilievi; con temporanei rinforzi da sud-est lungo le coste. Mare poco mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...