Primi fiocchi di neve a bassa quota

Si apre una nova settimana all’insegna di un quadro meteorologico più consono ad un clima invernale, nel quale si prevede un periodo molto dinamico che sarà caratterizzato da due fasi perturbate ed intervallata da una anche se più breve stabile e soleggiata.

La prima di questa perturbazione già attiva sul nostro paese sta portando delle precipitazioni al nordest, a carattere di rovescio sull’alto Tirreno, con piogge che interesseranno in maniera progressiva le regioni centro-meridionali come buona parte delle due isole maggiori.

A Questo primo impulso seguirà l’ingresso di una massa d’aria più fredda, che oltre a contribuire ad una generale abbassamento delle temperature, di una accesa ventilazione settentrionale e di mari agitati, attribuirà alla seconda fase di maltempo delle caratteristiche nevose sino a bassa quota sulle regioni settentrionali centro-orientali e sulle zone appenniniche centrali.

Vediamo ora che tempo viene previsto sull’Emilia Romagna e sulla nostra provincia riminese; nella giornata di Lunedì 9 sono attese delle deboli precipitazioni, localmente anche a carattere di rovescio, sul settore centro-orientale della regione, con fenomeni comunque in esaurimento dalle ore serali. Il seguito di correnti settentrionali, comporterà la dispersione delle foschie sulle pianure e delle schiarite a partire dai settori occidentali, che nel corso della giornata di Martedì 10 saranno confermati da cieli sempre più sereni o al più poco nuvolosi caratterizzando gran parte del nostro territorio. Farà eccezione la Romagna specie quella meridionale, dove una nuvolosità più compatta nella mattinata potrà dar luogo a sporadiche precipitazioni risultando maggiormente coinvolte le zone più interne. Sarà probabile qualche fiocco di neve sulla dorsale appennica a quote relativamente alte, ed una riduzione di visibilità per foschie anche dense, che potrebbero coinvolgere localmente le aree di pianura e costa tra il ferrarese ed il ravennate.

Nella giornata di Mercoledì 11 l’avvicinarsi di un nuovo sistema nuvoloso, contribuirà tra il pomeriggio e la sera ad un generale peggioramento del tempo; difatti dopo qualche gelata mattutina caratterizzata da notti serene specie sulle aree occidentali, il rapido aumento della nuvolosità in estensione sull’intero territorio, potrà dar luogo a deboli precipitazioni che diverranno nevose tra gli 800 ed i 1000 metri sui tratti appenninici tra il parmense ed il piacentino. Nella mattinata successiva quella di Giovedì 12 flussi più instabili di origine Nord atlantica, potranno determinare inizialmente delle nevicate sparse già a bassa quota sulle zone centro-orientali della nostra regione. Si tratta comunque di un quadro previsionale delicato che andrà seguito attentamente e debitamente confermato nei successivi aggiornamenti.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato Ampro Associazione Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...