Brusco calo termico da Mercoledì fino a 10 gradi in meno

Prossimi all’arrivo di una perturbazione nord europea la nona del mese, le temperature miti rimarranno un ricordo di questo anomalo Ottobre che vedrà nel suo termine un calo deciso e repentino. Il fronte al quale sarà associato aria più fredda in discesa dalla Scandinavia che seguiterà nei giorni successivi, farà da apripista non solo nella fine del mese ma soprattutto con un abbrivio di Novembre sicuramente più dinamico, quindi con un tempo che sul nostro paese potrebbe dimostrarsi instabile ed a tratti perturbato con fasi piovose alternate a pause asciutte, il tutto in un contesto termico che subirà un deciso ridimensionamento portandosi in linea con le medie del periodo.

Ma visto la distanza che ci separa e l’evoluzione ancora complessa da decifrare, concentriamoci per il momento a ciò che viene previsto nei prossimi giorni; La stabilità del fine settimana ben presto verrà rincalzata dall’arrivo di questo sistema nuvoloso che pian piano attraverserà tutto il centro-nord, risparmiando per il momento l’estremo sud ed il basso Adriatico. Vediamo confermate queste nubi in aumento nel corso di Lunedì sulle regioni settentrionali con qualche fenomeno sulle Alpi, cielo disturbato da nuvolosità alta e di passaggio al centro, mentre più soleggiato rimarrà il sud. Martedì l’arrivo della perturbazione porterà delle piogge soprattutto sull’area alpina, levante ligure, toscana centro-settentrionale, Lombardia ed il nordest, coinvolgendo successivamente il medio-alto versante adriatico con venti di bora lungo le sue coste. Mercoledì il maltempo investirà pian piano anche il centro-sud, qualche fenomeno intenso potremmo aspettarcelo tra Toscana e Lazio, rovesci diffusi sono attesi tra Campania settentrionale, Molise e puglia garganica. Quota neve sulle Alpi attorno ai 1500 metri e qualche spruzzata sulle cime più alte del nostro Appennino settentrionale.

fac018185730e85ce989e5b5e8765641

Scendendo nel dettaglio sulla nostra regione ed in particolare della nostra provincia riminese, la giornata di Lunedì sarà caratterizzata da un aumento delle coperture con maggior consistenza a partire dal pomeriggio, qualche densa foschia potrebbe presentarsi nelle pianure interne tra la sera ed il primo mattino. Martedì i cieli sono previsti da molto nuvolosi a coperti, con precipitazioni dal debole o a tratti moderato che interesseranno la nostra regione a partire dalle sue zone settentrionali, i fenomeni localmente potrebbero risultare sotto forma di rovesci specie nella seconda parte di giornata sulle pianure interne centro orientali e diffondersi in serata anche sulla bassa romagna. La giornata di Mercoledì potrebbe risolversi sempre con cieli da molto nuvolosi a coperti e piogge dal debole a moderato, ed acquistando caratteristiche di rovescio sui rilievi potrebbero divenire facilmente nevose sulle sue cime più elevate. Deboli e sporadiche sono previste le precipitazioni sulle pianure. I fenomeni sono previsti in esaurimento già dal pomeriggio sui settori centro-occidentali, mentre residui risulteranno fino a notte tempo sulla bassa romagna.

Le temperature sono attese in locale flessione già a partire da Martedì, mentre a seguire complessivamente sensibile apparirà la diminuzione termica su tutta la regione, più evidente ad ovest e con valori massimi che lungo i litorali difficilmente supereranno i 15 gradi. I venti saranno disposti da Nordest e vengono previsti soffiare ad intensità moderata specie tra coste e mare, agitandone il moto ondoso sino a renderlo molto mosso.

Roberto Nanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...