L’inverno torna a farsi sentire: temperature in calo e neve fino a bassa quota

Si avvia una nuova settimana alle prese con il maltempo e un brusco calo delle temperature che manterranno un clima invernale almeno fino a mercoledì. Un poderoso anticiclone sbilanciato sul Nord Atlantico, favorirà la discesa di un rapido fronte freddo che dai Balcani investirà gran parte del nostro Paese, dapprima il Nord-Ovest e successivamente anche il Centro-Sud. Si tratterà di una massa d’aria molto fredda proveniente dalla Groenlandia, che determinerà lo sviluppo di nubi talora anche temporalesche, foriere di precipitazioni e nevicate fino a bassa quota.

Scendendo nei dettagli sull’Emilia-Romagna, viene previsto un lunedì in compagnia di un’estesa nuvolosità su gran parte della Regione, ad esclusione dei settori romagnoli, dove la mattinata potrebbe trascorrere con cieli poco o parzialmente nuvolosi, ma con coperture in aumento. Le precipitazioni sono attese deboli e sparse in giornata, più probabili sul settore appenninico, dove non sono esclusi locali rovesci anche temporaleschi; quota neve sopra i 1000 metri. Dalle ore serali precipitazioni in intensificazione ed estensione all’intero territorio regionale; quota neve nel corso della notte, in progressivo calo verso quote collinari. Martedì è prevista una mattinata all’insegna di cieli coperti o molto nuvolosi; ampi rasserenamenti sono attesi nel primo pomeriggio a partire dal settore occidentale. Precipitazioni, nelle prime ore del mattino, deboli-moderate, con quota neve intorno a 200-300 metri e possibilità di qualche fenomeno nevoso anche in pianura, ma su quest’ultime senza accumulo. Le precipitazioni tenderanno a interessare in maniera residua il settore centro-orientale nel pomeriggio, fino a esaurirsi. Serata serena su tutto il territorio regionale.

Temperature minime che in un primo momento subiranno un rialzo, per poi ricevere una decisa flessione, fino a risultare prossime agli 0 gradi nelle città e attorno ai 4-5 gradi sul settore costiero. I valori massimi fin da subito vengono attesi in decisa flessione, dapprima compresi tra 9 e 14 gradi, sino a 8-9 gradi a fine periodo considerato. Venti inizialmente deboli e variabili, tendenti a diventare moderati nord-orientali e a rinforzare sul mare, costa e rilievi. Mare inizialmente poco mosso, ma con moto ondoso in rapido aumento, sino a divenire molto mosso a localmente agitato al largo, in successiva attenuazione.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico di AMPRO Associazione Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...