Novembre chiude turbolento: weekend ciclonico e nuovo maltempo da martedì

Dopo la breve tregua che nei giorni scorsi ci ha fatto tirare un sospiro di sollievo, il tempo è destinato a cambiare a causa di una nuova perturbazione atlantica, la n.9 del mese, che porterà una veloce fase di maltempo nella prima parte del fine settimana. Anche in questo caso il peggioramento verrà accompagnato da un vortice ciclonico che, prima di sprofondare verso le regioni meridionali, determinerà una parentesi instabile e moderatamente ventosa in Emilia-Romagna, Sebbene in questo caso la nostra regione sembri essere meno esposta agli effetti della zona di bassa pressione, e con una tendenza al miglioramento entro domenica 27, la profonda depressione innescherà forti venti che diverranno ovunque settentrionali e, convogliando aria più fredda, determineranno un deciso calo termico: con valori che non andranno oltre gli 11-12 gradi.

Venerdì: i cieli si presenteranno inizialmente poco o irregolarmente nuvolosi per coperture perlopiù stratiformi, ma con una nuvolosità in progressivo aumento a partire da ovest. Nebbie lungo il Po e sul Ferrarese. Dal pomeriggio deboli e sporadiche piogge cominceranno ad interessare il settore occidentale per spostarsi su quello centro-orientale durante la sera e sopratutto la notte, con quota neve in abbassamento fino 1200-1300 metri. Sabato: molto nuvoloso tra Emilia orientale e Romagna con precipitazioni deboli o a tratti moderate fino a metà giornata. Nevose sopra i 1200-1300 metri. Tendenza a progressive aperture ed un deciso miglioramento ad iniziare da ovest già nella mattinata. ad esclusione della Romagna, dove una residua nuvolosità potrà persistere durante la giornata con qualche fenomeno al suo interno. Domenica: cielo sereno o poco nuvoloso con nuvolosità in transito nel pomeriggio. Possibili foschie e banchi di nebbia nelle pianure occidentali a ridosso del Po al primo mattino e in nuova formazione serale. Temperature: che ritroveremo a fine periodo in marcata flessione con valori prossimi a zero gradi sulle pianure emiliane, leggermente più alte sulla Romagna e fino a 7 gradi sulla costa. Massime stazionarie con valori compresi tra 10 e 12 gradi. Venti: moderati settentrionali e tendenti a rinforzare fino a divenire forti da nord-est e raggiungere la prima soglia di allertamento lungo il settore costiero e sui crinali appenninici. In attenuazione domenica, Mare: poco mosso ma con moto ondoso in rapido aumento fino a divenire molto mosso con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

L’inizio della prossima settimana vedrà un miglioramento del tempo. La rimonta dell’alta pressione ripristinerà delle condizioni di tempo stabile con cieli sereni o poco nuvolosi ma con temperature in flessione fino a lunedì 28. Una tregua probabilmente destinata a durare poco: proprio sul finire del mese farà in tempo ad arrivare un’altra perturbazione con nuovo peggioramento a partire da martedì 29 e al quale saranno associate delle precipitazioni nevose anche collinari. Novembre, dunque, sembra destinato a chiudersi con il maltempo, in un contesto climatico relativamente più freddo e dal sapore quasi invernale al Nord.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...