Avvio di settimana perturbato ma con l’alta pressione pronta a ripartire

Avvio di settimana perturbato per mezzo di un sistema frontale atlantico, che riporterà qualche pioggia e neve sino a bassa quota. La perturbazione assumerà caratteristiche differenti sulla nostra Regione: più intensa in Emilia, modesta sulla Romagna. Precipitazioni che sebbene non diffuse, probabilmente contribuiranno a ‘stemperare’ la siccità che da settimane affligge in particolar modo le regioni centro-occidentali. L’ombra di una nuova espansione dell’Anticiclone delle Azzorre riporterà tempo stabile e asciutto, ma non per forza soleggiato: probabilmente su gran parte della Pianura Padana osserveremo dei cieli grigi, offuscati dalla presenza di locali banchi di nebbia in parziale sollevamento nel corso della giornata.

Lunedì: si prevedono cieli molto nuvolosi con precipitazioni sparse ed occasionali sulla Regione, ma che potranno risultare più consistenti lungo i rilievi centro-occidentali e la pianura piacentina. Nel corso del pomeriggio l’intensificarsi della perturbazione potrà determinare la diminuzione della quota neve: dapprima fino a 500-700 metri, e, successivamente, in rapido abbassamento fino a quote pianeggianti sull’Emilia occidentale. Foschie anche dense potranno formarsi nelle aree interne vallive. Martedì: molte nubi con piogge e qualche rovescio in prima mattinata in estensione ai settori centro-orientali. Le precipitazioni potranno risultare più consistenti sulle aree occidentali, dove potranno assumere carattere nevoso sino a quote prossime di pianura per gran parte della mattinata. Fenomeni complessivamente in esaurimento nel corso del pomeriggio, con tendenza ad un rapido miglioramento a partire da Ovest. Tuttavia, permarrà la possibilità di qualche sporadico piovasco in serata sulla Romagna. Mercoledì: poco o parzialmente nuvoloso su tutto il territorio regionale, con locali addensamenti bassi o nebbie sulle pianure tra le prime ore del giorno e dopo il tramonto. Non sono previste precipitazioni.

Temperature: pressoché stazionarie con valori minimi tra 1 e 3 gradi nelle pianure emiliane, tra 4 e 5 gradi su quelli romagnoli. Massime attorno a 10 gradi. Venti: deboli, provenienti dai quadranti occidentali con temporanei rinforzi da sud-ovest lungo le aree di crinale. Mare: mosso con moto ondoso in graduale attenuazione.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...