Meteo, Emilia-Romagna: tra perturbazioni e giornate assolate, la variabilità della settimana

La perturbazione che in avvio di settimana influenza le regioni centro-meridionali, rientra in una circolazione nord europea che si inserisce nel Mediterraneo determinando la formazione di una banda nuvolosa sull’Emilia-Romagna; quest’ultima, terra di confine tra l’anticiclone presente a oltralpe e la figura di bassa pressione in transito verso levante, verrà lambita dal veloce peggioramento, ma senza fenomeni degni di nota. Gli effetti in termini di precipitazioni saranno ancora una volta modesti, con piogge intermittenti concentrate nella prima parte di martedì sulla Romagna, e una probabilità maggiore di avere qualche fenomeno moderato lungo la sua dorsale appenninica, quando, la propaggine del fronte, contribuirà a riportare i fiocchi di neve fino a 800-1000 metri di quota.

Ma la rimonta di un campo di alta pressione, dall’Atlantico, ben presto tenterà di riportare un pò di stabilità sulla nostra regione, archiviando la breve fase di maltempo e favorendo, già nel corso del pomeriggio di martedì, il ritorno a condizioni nuovamente soleggiate, più asciutte, e con un clima spesso ventilato che ci accompagneranno fino a giovedì. Non si tratterà di una pausa duratura, poiché, anche se l’anticiclone guadagnerà posizione, nella seconda parte di settimana, delle correnti molto forti occidentali in moto sulla nostra regione, saranno il risultato scaturito dal contrasto di due masse d’aria differenti, con la possibilità di ottenere un tempo oltremodo incerto, caratterizzato da un aumento della nuvolosità ma con fenomeni precipitativi limitati all’Appennino centro-occidentale. Inoltre, dai venti forti meridionali otterremo un incremento delle temperature che, pur nel loro saliscendi, si attesteranno complessivamente attorno ai valori medi di riferimento.

Martedì: Nelle prime ore della giornata molto nuvoloso con precipitazioni sparse e perlopiù di debole intensità sulla Romagna, con fenomeni di rovescio sul relativo Appennino. Deboli nevicate sparse sui rilievi orientali, anche a carattere di rovescio nevoso al di sopra dei 900/1000 metri. Nel corso del pomeriggio tendenza a schiarite sempre più ampie a partire dalla pianura settentrionale. Mercoledì: Torna il bel tempo con cieli sereni o poco nuvolosi, tuttavia, una nuvolosità residua potrà essere presente al primo mattino sulle aree centrali della regione. Nel corso del pomeriggio graduale aumento della copertura nuvolosa lungo i rilievi occidentali ma senza precipitazioni. Giovedì: Tendenza a un rapido peggioramento, sotto forma di un aumento della nuvolosità ad iniziare dalle aree occidentali dovute a spesse stratificazioni, ma in estensione a tutto il territorio regionale con piogge sparse lungo i rilievi centro-occidentali. Temperature: in aumento nei valori minimi dapprima compresi tra 1 e 5 gradi, successivamente in leggera flessione tra 0 e 3 gradi; massime dapprima pressoché stazionarie con valori intorno a 12 gradi, in crescita a fine periodo, con valori compresi tra 13 e 15/16 gradi. Venti: Inizialmente deboli settentrionali con temporanei rinforzi da nord-est tra mare e costa, e sui rilievi, successivamente tendenti a ruotare dai quadranti meridionali e a divenire forti da sud-ovest. Mare: moto ondoso altalenante con prevalenza a risultare mosso.

Roberto Nanni Tecnico Meteorologo Certificato e divulgatore scientifico AMPRO Meteo Professionisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...